Payload MicroLiDAR

Il progetto AriaSaNa ha previsto l’integrazione di un nuovo sistema LiDAR (Light Detection And Ranging). Il LiDAR è un profilatore verticale dell'atmosfera basato su tecnologia laser di remote sensing.

L'ingegnerizzazione del LIDAR ha portato allo sviluppo di un sistema di ridotte dimensioni in grado di essere integrato nella piattaforma già esistente, consentendo di affiancare misure remote sensing con quelle di qualità dell’aria. Tale processo è avvenuto seguendo gli sviluppi tecnologici di sensori e laser di ultima generazione, che hanno consentito l’assemblaggio del sistema in un corpo compatto, da cui il nome MICRO-LiDAR (µ-LiDAR)

Per raggiungere questo obiettivo il progetto AriaSaNa si avvale della collaborazione dell'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (ISAC) CNR di Roma che possiede competenze tecnico-scientifiche di altissimo livello nel settore remote sensing.

Il µ-LiDAR e l’MFP montati su ERA

Il µ-LiDAR durante prove di calibrazione

Il µ-LiDAR è dotato di un laser a doppia lunghezza d'onda (532 e 1064 nm) e a doppia polarizzazione che consente di ottenere informazioni fisiche/chimiche ad elevata risoluzione spaziale e temporale del particolato disperso nella colonna d’aria sottostante l’aereo. In particolare, i dati µ-LiDAR consentiranno di stimare i seguenti parametri:

  • altezza strato rimescolato;
  • individuazione di inversioni e stratificazioni;
  • distribuzione verticale ed orizzontale degli aerosol;
  • tipologia aerosol (inquinamento antropogenico, polveri del deserto, aerosol marino).
  • dimensione degli aerosol.

 

Misure da LiDAR aereo

I dati LiDAR sono inoltre utilizzabili in combinazione con le misure di qualità dell’aria. In particolare, la correlazione con i dati del GRIMM (Optical Particulate Counter), consentiranno una approfondita conoscenza dei meccanismi di trasporto e dispersione all’interno dello strato limite planetario delle polveri sottili, tra le principali responsabili dei problemi alla salute umana.